FAQ

Cosa è una bicicletta elettrica a pedalata assistita?

La bicicletta a pedalata assistita è equiparata al velocipede come previsto dalle normative europee e dal Codice della Strada.

*Normativa

Le biciclette a pedalata assistita elettricamente sono definite dalla legge 3 febbraio 2003 n. 14 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 31 del 7 febbraio 2003 disposizioni all’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alla Comunità Europea. Legge comunitaria 2002 “ art. 24.

All’articolo 50 del Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n. 285, il comma 1 è sostituito dal seguente:

“I velocipedi sono veicoli con due ruote o più ruote funzionanti a propulsione esclusivamente muscolare per mezzo di pedali o di analoghi dispositivi azionati dalle persone che si trovano sul veicolo; sono altresì considerati velocipedi le biciclette a pedalata assistita dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 Kilowatt la cui alimentazione è progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km orari o prima se il ciclista smette di pedalare” è pertanto inteso che non rientrano tra quelle a pedalata assistita le biciclette dotate di acceleratore autonomo o interruttore per l’accensione del motore elettrico, come pure quelle in cui la pedalata ha mera funzione di interruttore”.

Come funziona una bicicletta a pedalata assistita?

Il requisito unico è pedalare nella direzione di avanzamento, solo così si attiva il motore elettrico, non appena si smette di pedalare o si frena il motore si disattiva.

Obblighi

In quanto velocipede la legge non impone uso del casco, bollo, patentino, assicurazione, immatricolazione.

Batteria al litio

Generalmente utilizzata per computer e cellulari, la batteria al litio offre un rapporto potenza/peso decisamente migliore rispetto alle batterie al piombo, il famoso effetto memoria è assente e la perdita di carica quando non vengono utilizzate è molto lenta. Il litio ha una densità di carica molto elevata e questo permette di realizzare batterie dal peso contenuto.

Durata di vita della batteria: 700 ricariche circa.

Autonomia per ogni ricarica completa

Circa 30 / 40 km. Va ricordato che in linea generale i valori dell’autonomia sono condizionati da fattori quali:

salite, l’uso città stop/ripartenza, basse temperature, peso trasportato, vento contrario, pneumatici sgonfi.

Termini garanzia e assistenza

24 mesi dalla data di acquisto parti meccaniche per cedimenti strutturali dovuti a difetti di fabbrica. Non sono coperti da garanzia: le gomme a seguito di foratura, pastiglie frenanti, tutto il materiale soggetto ad usura generale, danni dovuti ad uso improprio del mezzo, negligenza, intemperie o condizioni ambientali estreme, azione di agenti esterni (olii fumi salsedine acquamarina immersioni) rotture di raggi a seguito di usura. 6 mesi dalla data di acquisto per parte elettriche (centralina display sensore motore batteria).

La ditta fornitrice garantisce constante disponibilità pronta consegna di tutte le parti di cui è composto il veicolo siano esse elettriche che meccaniche.

La ditta fornitrice si riserva il diritto di offrire la soluzione di intervento che riterrà più opportuna per consentire una continuità di utilizzo del mezzo. Modalità di assistenza anche telefonica per diagnosi del guasto, modalità di assistenza attraverso supporto presso meccanico individuato dall’utilizzatore del veicolo. Sono esclusi dalla garanzia gli eventuali disagi e qualsiasi perdita di carattere economico per il mancato utilizzo anche durante la riparazione della stessa.

Manutenzione periodica

Gli interventi sulla ciclistica sono quelli previsti per una normale bicicletta, da effettuarsi con regolarità e cura poiché le prestazioni di un mezzo a pedalata assistita sono decisamente superiori (es: l’impianto frenante è maggiormente sollecitato).